Guido/Gorgone/Zanchi. Guest: Fait - JAZZMI

JAZZMI

Data

sabato 28 Ottobre
Expired!

Guido/Gorgone/Zanchi. Guest: Fait

Ora

21:30

Luogo

Nik's & Co
Via Giovanni Schiaparelli 14

Al Nik’s & co. va in scena “From Duke to Charles, from Thelonius to Chick”, uno spettacolo che vuole essere una sorta di viaggio ideale dall’era di Duke Ellington fino ai jazzisti moderni come Charles Mingus e Chick Corea.

Attilio Zanchi e’ attivo dal 1979, quando entra a far parte dell’Open Form Trio con Piero Bassini e Giampiero Prina con i quali collabora per diversi anni. Nel 1981 suona al Woodstock Jazz Festival con Baikida Carrol, Julius Hemphill, Ed Blackwell, NanaVasconcellos, Collin Wallcot, Dewey Redman e Howard Johnson. Al suo ritorno in Italia entra a far parte del Milan Jazz Quartet ed inizia la collaborazione con il gruppo di Franco D’Andrea e Paolo Fresu con il quale suona tuttora

Il pianista Daniele Gorgone si e’ formato attraverso vari seminari e corsi con docenti italiani (Dado Moroni, Riccardo Zegna, Stefano Bollani) e americani (Barry Harris, Norman Simmons, David Hazeltine).
Dato il linguaggio prevalentemente swing, blues, gospel che caratterizza il suo stile, ha avuto la possibilita’ di poter collaborare con diverse star internazionali del jazz sia a livello discografico che partecipando a tour in Italia e all’estero.

Elisabetta Guido è una vocalist e autrice di jazz riconosciuta come esponente del “neo-impressionismo”. La sua carriera è stata caratterizzata da collaborazioni con importanti musicisti italiani e internazionali

Mirko Fait è un sassofonista e compositore con all’attivo 31 album e 5 singoli. Ha collaborato alla realizzazione di molte compilation internazionali e si è esibito in numerosi club e festival, tra cui Blue Note Milano e JAZZMI. Ha collaborato con artisti del calibro di Flavio Boltro, Fabrizio Bosso e Elisabetta Guido e il suo ultimo album, “Confidences”, è stato prodotto da Jazz di Marca e Sant’Elpidio Jazz Festival. Nel 2022 ha lavorato al fianco di Fabrizio Bosso all’incisione dell’album di Elisabetta Guido, “Arabesque”.

Ingresso gratuito con consumazione obbligatoria