CHIUDI

CERCA DA QUI

CHIUDI
HOME
CALENDARIO
ABOUT
ABOUT
BIGLIETTI
2016

Lee KonitzTriennale Teatro dell'Arte



03.11.2017 - H 21:00
Teatro dell'Arte

TICKETS >>> Vivaticket

L’alto sassofonista Lee Konitz gode di una delle carriere più creative e prolifiche che esistano nel Jazz moderno. Dopo la sua esperienza iniziale con l'Orchestra di Claude Thornhill e l'Orchestra di Stan Kenton, passando per i piccoli gruppi innovativi del pianista Lennie Tristano, poi per la Miles Davis Capitol Orchestra (“Birth of the Cool”), Konitz ha optato per il free lance, dove è rimasto una figura all'avanguardia nell’ambito del Post-bop improvvisato da allora.

Conduce di tanto in tanto un nonet (ora resuscitato!) e diversi quartetti, ma la sua discografia cosi variegata e straordinariamente grande include anche un album di sassofono solista non accompagnato, dall'inizio della sua carriera, diversi album innovativi di duetti che attraversano vari stili di Jazz, e una lista lunga di collaborazioni che viene letta come “tutta le créme” del mondo del Jazz. Lee Konitz è l'unico musicista ancora attivo ad aver suonato in tutti e tre i club di Birdland mai esistiti a New York City.

Come Gil Evans o Coleman Hawkins, Lee è sempre stato aperto e interessato a suonare con i musicisti più giovani e a partecipare a nuovi entusiasmanti progetti musicali guidati da loro (per esempio il Lee Konitz New Nonet o il Lee Konitz-Ohad Talmor String Project).

Un nuovo libro su Lee Konitz (di Andy Hamilton) è stato pubblicato nel 2007. Ha ricevuto il premio del NEA Jazz Masters Award nel 2009.

Recentemente Lee Konitz si è esibito in una situazione da duo con il pianista Dan Tepfer e il suo New Quartet, seguito da un CD che è uscito con Brad Mehldau, Charlie Haden, e Paul Motian, ora scomparso.
Nel 2012 un'altro quartetto stratosferico è venuto fuori grazie alla partecipazione eccezionale di Bill Frisell, Gary Peacock e Joey Baron.
E' stato votato “Alto Sassofonista dell'Anno” dal Sondaggio dei Critici della Downbeat Magazine

Lee è stato numero 1 nel 2010 e molte volte ancora prima di allora. Nel luglio 2013 è stato assegnato il “Premio Jazz Tedesco” dedicato alla sua vita nel mondo della musica.

© Copyright 2017 Jazz Mi
Contact us

Privacy & Cookies

Designed & Developed by Futuring
Jazz Mi is a registered trade mark