Alcune persone parlano molto, mentre altri mantengono ciò che è importante e hanno bisogno solo di poche parole per arrivare al punto. Lo stesso vale per la musica. Paolo Fresu Lars Danielsson, alla loro prima collaborazione discografica, sono due musicisti che scelgono note che suonano con estrema cura. Summerwind, il loro primo progetto di studio congiunto, porta con sé lo splendido suono del bassista svedese e il suo senso per melodie semplici e ammalianti in una partnership con i toni luminosi e arieggiati di uno dei trombettisti più lirici d’Europa il cui modo di “suonare cool” ha un’enorme espressività distintiva.

Come insegnava Miles Davis, “meno note sono molto più efficaci di molte”. È così che la poesia si sviluppa mentre viene creato uno stato d’animo quasi meditativo. Questa è musica romantica e sognante che tuttavia ha una forza che deriva dal suo stesso nucleo. Danielsson e Fresu non creano solo atmosfere, qui esistono anche sentimento e profondità.

Paolo Fresu
La banda del paese e i maggiori premi internazionali, la campagna sarda e i dischi, la scoperta del jazz e le mille collaborazioni, l’amore per le piccole cose e Parigi. A questo punto della sua fortunata e lunga carriera, non serve più enumerare incisioni, premi ed esperienze che hanno imposto il trombettista a livello internazionale come uno dei più grandi jazzisti contemporanei.

Lars Danielsson
Sono ormai diversi anni che il bassista, violoncellista, compositore e arrangiatore Lars Danielsson è conosciuto e ammirato dell’intera scena del jazz internazionale per il suo suono lirico contraddistinto da un groove davvero peculiare. Si è esibito al fianco di artisti internazionali e di spessore come John Scofield, Jack DeJohnette, Mike Stern, Billy Hart, Charles Lloyd e molti altri.

Approfondimenti
Paolo Fresu
Lars Danielsson

BIGLIETTI
da 25 a 45 euro + diritti di prevendita