Time Partner Hamilton
#hamiltonwatch #tieniiltempo

Marquis Hill
Il New York Times lo descrive come un “trombettista esperto e coraggioso” e il Chicago Tribune asserisce che “la sua musica cristallizza il duro spirito del jazz di Chicago.” Marquis Hill emana un caldo tono mellifluo da tromba e flicorno. Eleganti sono i passaggi melodici dei fiati, tanto imponenti quanto convincenti. Compone ponendo come base il suo sound distintivo per andare ad abbracciare generi apparentemente distanti come il post-bop e l’hiphop o vicini come l’R’n’b o la sola parola. Dopo i suoi primi quattro lavori discografici per la Skiptone Music, Hill ha alzato decisamente il livello vincendo la Thelonious Trumpet 2014, celebre concorso per trombe che gli è valso una borsa di studio di $ 25.000 e un contratto discografico con la Concord Records.

La musica ha catturato l’immaginazione di Hill fin dalla tenera età. Ha iniziato a suonare la batteria all’età di quattro anni prima di appassionarsi definitivamente alla tromba. Quando era ancora al college inizia a studiare con Ronald Carter, direttore della sezione jazz della Northern Illinois University. Dopo essersi laureato nel 2009 Hill partecipa ai Ravinia Jazz Scholars, che gli offrono la possibilità di esibirsi con artisti internazionali del calibro di Bobby Broom, Willie Pickens e Tito Carrillo. Nel 2014, trasferitosi nella Grande Mela, decide di concentrarsi sulla carriera da solita, pur continuando a fare da spalla ad artisti come Marcus Miller e Joe Lovano. Due anni dopo aver vinto la Monk Competition, Hill afferma: “Vincere questa competizione mi ha insegnato a fidarmi di me stesso e voglio continuare a lavorare duramente per quello in cui credo. So che sono qui per uno scopo e intendo continuare a spingermi oltre”.

Marquis Hill | tromba, Christopher McBride | sassofono, Justin Thomas | vibrafono, Joshua Ramos | basso, Makaya McCraven | batteria

Approfondimento
Marquis Hill

BIGLIETTI
da 15 a 20 euro + diritti di prevendita