“From Mozart to Monk to Corea”
Quando il leggendario pianista Chick Corea registrò il Piano Improvisations sull’etichetta ECM nel 1971, fu il primo pianista jazz della sua generazione a pubblicare una registrazione del genere. Questo album pionieristico ha letteralmente aperto le porte a un nuovo genere di pianoforte solista che continua ancora oggi. Nel 2018, Chick intraprende la sua ultima avventura da solista, sulle solide basi dei lavori dei suoi “eroi del pianoforte” come Bill Evans e Thelonious Monk: splendide escursioni classiche e, naturalmente, il profondo catalogo di composizioni del maestro stesso.

Chick Corea
Chick Corea ha raggiunto lo status di icona nella musica. Il tastierista, compositore e leader della band è stato inserito nella DownBeat Hall of Famer e nella  NEA Jazz Master e risulta essere il quarto artista più nominato nella storia dei Grammy Awards con 63 nomination e 22 vittorie, oltre a un certo numero di Latin Grammy. Dall’avanguardia alle avanguardie, dal bebop alla fusione jazz-rock, dalle canzoni per bambini alle opere cameristiche e sinfoniche, Chick ha toccato un numero incredibile di basi musicali nella sua carriera da quando ha suonato con le band dirompenti di Miles negli anni ’60 e nei primi anni ’70.

Eppure Chick non è mai stato così produttivo come nel XXI secolo. Al pianoforte acustico o alle tastiere elettriche, alla guida di molteplici formazioni o in piano solo, Chick rimane un instancabile spirito creativo, che si reinventa continuamente. Come scrive il New York Times, lui è “un luminare, esuberante ed eternamente giovane artista”.

Approfondimento
Chick Corea

BIGLIETTI
da 25 a 50 euro + diritti di prevendita
Vivaticket
Mailticket
Ticketone